Vibra 3.0 a supporto della robotica alla Clinica Renzullo di Sarno

Video intervista del Dott. Gianluca Sepe, direttore tecnico della clinica Renzullo di Sarno che racconta come Vibra 3.0 sia centrale nella clinica: non solo a livello di terapia fisica e di supporto alla medicina dello sport ma anche nella NEURORIABILITAZIONE dove risulta fondamentale in integrazione alla prestigiosa strumentazione robotica di cui è dotata la clinica.

Segue l'estratto dell'intervista su Vibra 3.0

  • Tra gli altri strumenti presenti all’interno dell’Area Robotica abbiamo, poi, il sistema Vibra 3.0. Di cosa si tratta e a chi è destinato?

“Precisamente. Vibra 3.0 è un’apparecchiatura di ultima generazione che sfrutta
di fatto il principio dell’aria. Grazie alla tecnologia, essa può fuoriuscire con delle
frequenze diverse e - in base a tale diversità - l’effetto terapeutico tende a variare. Ci sono,  dunque, differenti programmi, quello per decongestionare, per potenziare e per inibire la  spasticità. Quest’ultimo programma si ricollega spesso all’utilizzo del Lokomat. Vibra 3.0,  dal canto suo, svolge un ruolo importante al fine di risolvere la spasticità: oltre all’aspetto  fisioterapico l’impiego di Vibra 3.0 ci consente, con la frequenza giusta, di rilassare la  muscolatura. Vibra 3.0, inoltre, è consigliato sia in ambito ortopedico-sportivo che  neurologico: nello sport è utile per defaticare, potenziare e drenare, ove mai dovesse esserci un trauma muscolare”.